Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Servizi per le imprese

Le imprese che desiderano mettersi in contatto con l’Ufficio commerciale dell’Ambasciata sono pregate di utilizzare l’applicativo Nexus disponibile on-line direttamente dal sito dell’Ambasciata.

L’applicativo prevede la compilazione di un semplice formulario online che è accessibile sia dal sito dell’Ambasciata d’Italia a Minsk (Nexus_Minsk) che dal portale della Farnesina (Nexus_Farnesina).

In questo modo, potremo disporre di un quadro costantemente aggiornato dei contatti con le imprese e monitorare meglio le varie richieste che ci perverranno.

Per questo motivo, chiediamo alle imprese italiane di contattarci utilizzando in via preferenziale questo nuovo strumento.

L’Ufficio Commerciale rimane comunque a disposizione per ogni evenienza all’indirizzo di posta elettronica commerciale.minsk@esteri.it

 

Decreto n. 285 riguardante le imprese straniere operanti in Bielorussia

Il 13 settembre 2023 è stato approvato il Decreto n. 285 riguardante le imprese straniere operanti in Bielorussia e appartenenti a paesi “ostili”.

Tale decreto obbliga le società soggette a restrizioni e i loro partecipanti stranieri ad aprire conti speciali in rubli bielorussi presso banche bielorusse.

Le persone giuridiche bielorusse sono tenute a trasferire i dividendi e i profitti destinati ai proprietari stranieri su predetti conti (in 10 giorni dalla richiesta dell’azionista straniero) e gli azionisti stranieri potranno ricevere fondi solo attraverso tali conti speciali.

I proprietari stranieri potranno aprire un solo conto speciale.

I fondi accreditati sul conto speciale potranno essere utilizzati soltanto per determinati scopi:

  • il finanziamento di progetti di investimento in Bielorussia;
  • il pagamento dei debiti sui prestiti della Banca di Sviluppo e delle banche commerciali;
  • l’acquisto di titoli di stato del governo della Repubblica di Bielorussia;
  • il deposito irrevocabile per almeno un anno presso la banca in cui è aperto tale conto speciale;
  • altri scopi concordati con il governo.

E’ verosimile che le persone giuridiche con azionisti provenienti da “paesi ostili”, incluse nell’elenco già predisposto, saranno obbligate ad aprire conti speciali.

Per decisione del governo, a tali azionisti è già stato vietato di alienare le loro quote (azioni) nei capitali sociali delle persone giuridiche bielorusse senza autorizzazione speciale da parte del Ministero delle Finanze. Inoltre, agli azionisti “provenienti da Stati ostili” è stato vietato di riorganizzare le persone giuridiche e di recedere da esse.

È stato inoltre aggiornato l’elenco delle persone giuridiche ai cui soci (azionisti) stranieri dei paesi ostili è vietata l’alienazione delle proprie quote o azioni nel capitale sociale delle persone giuridiche bielorusse, tra cui ne risultano alcune con partecipazione italiana: https://pravo.by/document/?guid=12551&p0=C22300382.