Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

BIELORUSSIA: SCALFAROTTO, OPPOSIZIONE CONDUCE BATTAGLIA PER LIBERTA' E DEMOCRAZIA

Data:

13/11/2020


BIELORUSSIA: SCALFAROTTO, OPPOSIZIONE CONDUCE BATTAGLIA PER LIBERTA' E DEMOCRAZIA

Roma, 12 nov - Nova - Il sottosegretario agli Esteri Ivan Scalfarotto ha avuto oggi un colloquio in videoconferenza con i leader dell'opposizione bielorussa, Svetlana Tikhanovskaya e Pavel Latushko. Lo riferisce una nota stampa. Nel trasmettere un messaggio di sostegno al popolo bielorusso a nome del governo italiano, il sottosegretario ha voluto lodare "la reazione non violenta e l'atteggiamento coraggioso e resiliente dei bielorussi in quella che e' una vera e propria battaglia per la liberta' e la democrazia". Nel condannare fermamente i numerosi quanto inaccettabili episodi di arresti, repressioni e abusi nei confronti di oppositori e manifestanti bielorussi di cui hanno fatto stato Tikhanovskaya e Latushko, il sottosegretario Scalfarotto ha osservato l'urgenza dell'avvio del dialogo politico interno con il coinvolgimento delle opposizioni e di un processo di riforma costituzionale inclusivo, credibile e trasparente. Nel condividere i rischi di un'ulteriore escalation di violenza per la societa' e il popolo bielorusso, il Sottosegretario ha ricordato che l'Italia ha sin da subito aderito alla condanna dell'Ue contro l'esito delle elezioni dello scorso agosto e all'adozione di sanzioni contro il regime. "Il nostro impegno, insieme a quello dei nostri partner europei, e' che si arrivi immediatamente alla cessazione delle repressioni, alla liberazione dei prigionieri e alla creazione delle condizioni per nuove e regolari elezioni." Riferendosi infine all'importante ruolo della Russia nella vicenda, il sottosegretario ha ricordato come nei suoi colloqui con l'omologo russo il ministro degli Esteri Luigi Di Maio abbia chiesto all'omologo russo Sergej Lavrov che Mosca giochi un ruolo proattivo e costruttivo nella soluzione della crisi politica in corso, appoggiando e facilitando l'ormai inevitabile processo di democratizzazione in Bielorussia. 


485